Smentita dei concessionari di gioco d’azzardo

Dopo tante voci, tante dichiarazioni, tante promesse “sommosse” in tutta la filiera del gioco d’azzardo lecito relativamente alla “famosa Legge di Stabilità”ed alle norme che in essa sono contenute per il gioco, i concessionari, una volta per tutte, fanno sentire la loro voce a seguito dell’incontro tenutosi con Sapar, Agisco ed As.tro L’Associazione dei Concessionari comunica: “La legge di Stabilità prevede che l’onere ricada sul comparto degli apparecchi da intrattenimento Awp e Vlt in funzione del numero degli stessi. I Concessionari intendono applicare la norma in modo trasparente e lineare. Qualunque diversa applicazione, inclusa la proposta pervenuta dalle associazioni, risulterebbe arbitraria e foriera di innumerevoli contenziosi”.

Quindi è falsa l’affermazione che circola secondo cui i concessionari intendono far ricadere l’onere sui soli gestori ed esercenti di Awp e gli stessi Concessionari ritengono la norma emessa negativa in quanto all’ammontare che risulta essere esorbitante, iniqua poiché colpisce gli operatori senza considerare le capacità contributive di ogni singolo, irrazionale in quanto si potrebbe considerare una flat tax in un mercato chiaramente in difficoltà, irragionevole perchè causerà una drastica riduzione del gettito erariale ed infine pericolosa in quanto rischia di riportare il mercato verso la “vecchia illegalità”. Infine l’Associazione dei Concessionari spera che non vengano intraprese azioni singole da parte dei gestori e degli esercenti in quanto tutto questo avrebbe il solo scopo di generare una distorsione del mercato con ricadute assolutamente negative per tutta la filiera. Si attende “la venuta” della Legge Delega come “salvatrice del mondo-gioco” e che… metterà tutti i cuori in pace!