Le regioni italiane non vogliono i Casino Online

casino online vietati nelle regioni italiane

Prima Conferenza Nazionale delle Regioni e degli Enti Locali sul contrasto al gioco d’azzardo”. Questa riunione dei Governatori della Lombardia si terrà il 9 marzo 2016 e si occuperà di ciò che la Regione affronterà relativamente al gioco ed ai casino legali italiani aams, con l’obbiettivo di una normativa nazionale, mentre questo argomento “scottante” non ha ancora “una data definita” per quello che si riferisce alla Conferenza Unificata tra Stato e Regioni. Come è noto, entro il 30 aprile i rappresentanti dello Stato e degli Enti Locali sono chiamati dalla Stabilità 2016 “a definire le caratteristiche dei punti vendita di gioco, nonché i criteri per la loro distribuzione e concentrazione territoriale”: Conferenza dalla quale la filiera del gioco si “attende miracoli”… sperando con tutto il cuore che non ne rimarrà delusa.

Nel frattempo, la Regione Lombardia sta facendo i “suoi primi passi” per affrontare la tematica del contrasto al gioco e del contrasto ai siti legali di casino che in quella Regione è stato già “guerreggiato su tutti i fronti”. Roberto Maroni, che spiegherà quali saranno gli intendimenti nei confronti di tutto il mondo del gioco d’azzardo lecito, conferma che in quella sede è prevista la firma di un documento che impegni il Governo ad affrontare tutte le tematiche relative al contrasto ed alla cura del gioco d’azzardo problematico e ad affiancare le Regioni che mettono in pratica iniziative che abbiano questo obbiettivo: fermo restando naturalmente l’autonomia regionale nelle decisioni da intraprendere per debellare questi disagi che, secondo Maroni Presidente della Regione Lombardia, stanno invadendo e rovinando tutto il territorio ed i suoi cittadini.